CONSIGLIO ATLANTICO ITALIANO. Velletri, 16-18 maggio

Velletri, Sala Consiliare del Palazzo Comunale, 16-18 maggio

70 anni di Alleanza Atlantica e il futuro della NATO: quale ruolo per l’Italia? è stato il tema al centro delle giornate di studio che il 16-18 maggio hanno riunito presso la Sala Consiliare del Palazzo Comunale di Velletri gli organi dirigenti del Comitato Atlantico Italiano, i componenti delle Commissioni permanenti, i presidenti e delegati delle organizzazioni nazionali e locali aderenti al Comitato Atlantico Italiano e qualificati esponenti del mondo politico, militare, diplomatico, accademico, economico e dei mezzi d’informazione. Tale adunanza assume il nome di Consiglio Atlantico Italiano e viene convocata in via straordinaria dal Comitato Atlantico Italiano al fine di definire le proprie strategie e contribuire ad un più efficace ruolo dell’Italia nella NATO.


P R O G R A M M A


PRESENTAZIONE E COMUNICATO STAMPA
venerdì 3 maggio 2019

Il Comitato Atlantico Italiano in assemblea a Velletri

La prossima riunione del Consiglio Atlantico Italiano si svolgerà a Velletri nei giorni 16, 17 e 18 maggio 2019 in occasione dei 70 anni del Patto Atlantico. A presentare la manifestazione il sindaco Orlando Pocci quale padrone di casa, Antonietta Dal Borgo vicepresidente del Comitato Atlantico e il prof. Fabrizio W. Luciolli presidente del Comitato Atlantico Italiano.
Parole di elogio da parte del Sindaco che ha espresso soddisfazione per la scelta di Velletri quale sede di una riunione che si annuncia costruttiva e ricca di spunti di riflessione. Pocci ha confermato la disponibilità della Città ad accogliere gli illustri ospiti mettendo a disposizione le sale nobili del Palazzo Comunale e dell’ex Convento del Carmine che ospiteranno le sessioni della conferenza. A ripercorrere il legame tra Velletri e il Comitato Atlantico Italiano è stata Antonietta Del Borgo che ha ricordato i successi ottenuti in passato nelle riunioni che si sono svolte in Città a partire dal campus che ha visto numerosi giovani avviare i loro percorsi di studi e di ricerca. La vicepresidente Dal Borgo ha ringraziato l’amministrazione e anche la Banca Popolare del Lazio per il munifico contributo offerto. La manifestazione in questa edizione beneficerà anche di un contributo regionale ottenuto grazie alla vittoria di un bando pubblico da parte dello stesso Comitato Atlantico Italiano. Il presidente Luciolli ha presentato la manifestazione che si arricchisce della ricorrenza del settantesimo anniversario dalla fondazione della NATO. Va ricordato che il Comitato Atlantico Italiano è un’organizzazione culturale che sostiene i valori del Patto Atlantico. A dimostrazione del blasone basti citare che in passato sono stati presidenti del Comitato: Mariano Rumor, Giuseppe Saragat, Enrico La Loggia, Emilio Colombo. Resta da confermare la presenza del ministro della Difesa Elisabetta Trenta che completerebbe un parterre di esperti di sicurezza, esteri e difesa che vanno dai professori De Leonardis e De’ Robertis all’on. Daniele Capezzone solo per citarne alcuni. Per Luciolli, la riunione di Velletri sarà anche determinante per rilanciare i valori di libertà che sono alla base dell’impegno del Comitato Atlantico, dunque oltre il concetto di difesa e sicurezza. Nella riunione si discuterà anche dei cambiamenti degli scenari: la stessa definizione di guerra sta assumendo significati differenti che vanno dalle fake news alle proteste di piazza finanziate da forze esterne, un complesso di elementi che rendono sempre più necessaria una rivisitazione culturale del tempo che viviamo. Prevista la presenza di analisti e giornalisti del settore che seguiranno i lavori nella tre giorni di Velletri che si preannuncia di estremo interesse.