STUDI

L’evoluzione della condizione dei cristiani nel Golfo

Jean-Loup Samaan - Middle East Department, NATO Defense College
SHD_4486

Nella penisola arabica, le comunità cristiane restano molto piccole e non giocano quasi alcun ruolo politico. Tuttavia, più il Medio Oriente scivola in una conflittualità di tipo settario (in Siria, Iraq e anche Libano) più il Golfo sarà un rifugio sicuro per i cristiani del mondo arabo. Questo non significa che il Golfo può essere considerato un caso ideale di coesistenza tra cristiani e musulmani. Molte misure devono essere ancora messe in atto prima di raggiungere gli standard di libertà religiosa nei paesi della regione.

Le sfide dei cristiani in Turchia

Michelangelo Guida - Istanbul 29 Mayis University
index

L'emergere di un governo islamista era considerato inizialmente come una possibile minaccia alle minoranze non musulmane. Tuttavia, l'esecutivo guidato dall'AK Parti ha lavorato più di altri per migliorare le condizioni delle minoranze nel paese, sfidando la precedente concezione monista della repubblica secolare. Ad ogni modo, l'ostacolo più grande alla normalizzazione delle relazioni con le minoranze cristiane è rappresentata dalla diffusa intolleranza e il governo dovrebbe fare di più per contrastare la diffidenza verso le minoranze non musulmane.